La "piccola" poetessa di Gaggiano - GaggianOnline.it

Vai ai contenuti

Menu principale:

La "piccola" poetessa di Gaggiano

Magazine

Persone
LA "PICCOLA" POETESSA DI GAGGIANO
di Alessandra Gatti

22 maggio 2015

Silvia Fradegradi impiegata comunale dal 1978, per tutti “la Silvietta dell’anagrafe”, gaggianese doc ha vinto un premio letterario con una poesia sulla disabilità e precisamente è arrivata tra i primi 25 nella “VI edizione Premio Nazionale di Poesia IO ESISTO e non farei rumore se tu non mi ascoltassi..”.
Organizzato dall’Associazione di Volontariato U.I.L.D.M. – Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare- sezione di Ottaviano (NA).
Silvia mi racconta che ha sempre scritto poesie per diletto, in occasioni speciali per persone a lei vicine ma non ha mai pensato di pubblicarle un po’ per timidezza e un po’ per modestia, ma ora è arrivato il momento per lei di uscire dall’anonimato e di farsi conoscere per la persona sensibile che in realtà è, attraverso la sua poesia riesce ad esprimere i suoi sentimenti, le sue emozioni e questo riconoscimento, per lei inaspettato, la ripaga di tutto ciò che la vita le ha tolto, un riscatto morale ed emotivo nello stesso tempo.

Silvia perché hai deciso di partecipare al concorso?
Me l’ha proposto la mia collega Simona Pederetti la quale conosce una responsabile del concorso la Sig.ra Maria Ronzino volontaria della U.I.L.D.M.
Un po’ per curiosità e un po’ per incoscienza ho deciso di partecipare senza pensare che avrei potuto vincere.

Come ci si sente ad arrivare tra i primi 25 tra migliaia di partecipanti?
Non ci credo ancora, sono felicissima ho ricevuto un sacco di complimenti, ma ciò che più mi interessa è che la mia famiglia sia fiera di me.

Sei stata ufficialmente invitata il 6 giugno ad Ottaviano (NA) per ritirare il premio come ti senti?
Sono onorata e ancora incredula, è un’emozione che non riesco a spiegare

Spero che questo premio ti dia la spinta per trovare la voglia di voler pubblicare le tue tante poesie.
Vedremo nel futuro, per ora mi godo il momento e poi si vedrà

Ringrazio Silvia del tempo che mi ha dedicato e le auguro altre vittorie.

Di seguito la sua poesia:

IO ESISTO

Non sono nessuno
e nessuno mi conosce
Non mi sento nessuno
e non importa a qualcuno.
Vedo negli occhi della gente
tanta compassione, ma non mi importa…
Le mie paure, le mie ansie, le mie gioie,
forse le trasmetto a qualcuno, almeno una dose.
Che gioia vedere la gente
che mi tratta come persona normale,
sorridere insieme, fare battute…e giocare.
Facciamo rumore, la vita è un grande dono
e ringrazio il Signore, che almeno io ci sono.
Non mi importa la vita cosa mi ha riservato
ma sono felice, per quello che finora mi ha dato.
A volte sono triste,
a volte mi piace come sono,
perché la mamma mia, nel nascere mi ha fatto un dono.
Di essere sempre contento,
di aiutare chi ha più bisogno,
e questo, amici miei

non è che il sogno più bello

Torna ai contenuti | Torna al menu