Giornata del Verde Pulito - GaggianOnline.it

Vai ai contenuti

Menu principale:

Giornata del Verde Pulito

Magazine

Ambiente
GIORNATA DEL VERDE PULITO
CITTADINI E AMMINISTRATORI PER L'AMBIENTE

testo e foto di Marco Costanzo

24 aprile 2015

«Tutto ciò che facciamo ha una conseguenza. Se ognuno di noi sporca, altri sporcheranno, ma se ognuno di noi ama il proprio territorio, allora altri cominceranno ad amarlo».
Queste parole, pronunciate durante l'incontro dedicato al territorio in vista di Expo da Stefano Rossignoli, naturalista gaggianese, spiegano perfettamente la natura della “Giornata del Verde Pulito”, evento organizzato dal Comune di Gaggiano finalizzato a stimolare i gaggianesi ad amare e rispettare l'ambiente.
Domenica 19 aprile, infatti, una piccola ma determinata schiera di “operatori ecologici” improvvisati, formata da: una quindicina di cittadini, da un gruppo di guardie ecologiche della Città Metropolitana e da 4 amministratori (il Sindaco Sergio Perfetti, l'Assessora all'ambiente Sabina Gatto, la Consigliera Marzia Zucca e la Consigliera di opposizione Maria Teresa Vavassori) si è ritrovata al Parco Baronella per dare il via all'operazione “pulizia parco”. L'orario non proprio tardo (le 9.30) e l'aria frizzantina sembravano far desistere anche i più determinati amanti della natura ma poi adulti e bambini sono arrivati alla spicciolata al chiosco del parco, luogo designato all'incontro.
Dopo una breve colazione a base di pane e nutella, dolci e succo di frutta offerta dall'Amministrazione, il gruppo si è diretto al magazzino del Comune per munirsi di sacchi ed attrezzature per la raccolta dei rifiuti, dando inizio all'operazione.
Il clima che migliorava durante la mattinata l'allegria sprigionata dai bambini e la consapevolezza di stare facendo del bene all'ambiente hanno reso l'atmosfera divertente e piacevole; cittadini ed amministratori hanno setacciato tutta l'area del parco, raccogliendo un'infinità di rifiuti di tutti i tipi: carte, sacchetti di plastica, bottiglie, lattine e centinaia di mozziconi di sigaretta abbandonati da chi pensa che mantenere pulito sia un dovere solo di pochi addetti.
Al termine della mattinata, verso mezzogiorno, il gruppo si è riunito nuovamente presso il chiosco del parco, dove alcuni hanno preso la strada di casa, mentre una parte si è diretta presso l'agriturismo Molino di Sotto di Fabio Camisani per pranzare gustando le specialità del ristorante ad un prezzo fisso concordato. Una mattinata piacevole, utile e divertente; un'attività da fare soprattutto con i bambini, per far capire loro che rispettare l'ambiente è un dovere, ma può essere anche un piacere e per far sì che diventino adulti rispettosi e responsabili.

Torna ai contenuti | Torna al menu