CC Scegli Gaggiano - GaggianOnline.it

Vai ai contenuti

Menu principale:

CC Scegli Gaggiano

Magazine

Comunicato sul Consiglio Comunale del 20 aprile.
del Gruppo Politico "Scegli Gaggiano"

8 maggio 2015
Il bilancio 2014 del Comune e la gestione di questi primi mesi del 2015 rispecchiano l'immobilismo della giunta Perfetti, finora capace solo di vendere il patrimonio comunale, come ad esempio gli immobili di via Leonardo da vinci, che rendevano buoni affitti.

In un anno molto è stato annunciato è quasi nulla è stato fatto. Dopo 12 mesi (!!!) ora finalmente partirà il cantiere della rotonda per accedere al parcheggio della stazione, vedremo come andranno i lavori e la successiva gestione del parcheggio. Gli unici interventi concreti sono stati quelli sugli infissi delle scuole elementari, grazie ai finanziamenti statali di Renzi però.
Alcuni assessori, come ad esempio Zacchetti, sono attenti solo al marketing (spesso personalistico) e alla propaganda, mentre risultano introvabili per i cittadini sui problemi sociali concreti e scaricano ogni responsabilità sugli impiegati comunali. L’assessore non votato da nessuno sembra più solerte a redigere comunicati (con qualche strafalcione geografico e qualche “copia&incolla” amministrativo) o ad aggiornare il proprio profilo facebook che a produrre il da tempo annunciato bando sulle mense scolastiche. Sembravano urgentissime, ma nemmeno le nuove fasce per le tariffe Isee sono state preparate e deliberate.
I problemi di cassa del Comune, dopo 12 mesi, stanno aumentando in maniera significativa, in presenza di azioni amministrative che vanno nella direzione opposta (come la già citata rinuncia agli affitti Sasom così come la decisione di lasciare ad Asga 100.000 di utili).
La vantata riduzione delle spese è modesta ed in linea con il trend degli ultimi cinque anni (e del resto mancava solo che aumentassero le spese, non essendoci soldi!). Si è fatto peraltro a inutili consulenze esterne per l’analisi di servizi storici del comune (refezione, anziani), sprecando utili risorse.
Le tasse comunali poi continuano ad aumentare. L'ultimo aumento deciso è quello della tassa dei rifiuti 2015, che si aggiunge all'aumento dell'Imu; per motivi incomprensibili verranno colpite soprattutto le famiglie numerose residenti in alloggi medio piccoli (con aumenti di oltre il 10 per cento), pur non avendo prodotto più rifiuti rispetto al 2014. Anche negozi e ristoranti subiranno aumenti.
Inutile parlare delle promesse, come ad esempio quelle sul centro sportivo di Bonirola, per il quale Perfetti nel settembre 2014 aveva promesso un progetto di sistemazione "entro 10 giorni". Su questo punto si registra il totale e imbarazzato silenzio dell’Amministrazione.
Insomma, un'Amministrazione con ogni evidenza inadeguata alla difficoltá del momento: speriamo che i cittadini non debbano pagarne le conseguenze.


Torna ai contenuti | Torna al menu