CC Amministrazione - GaggianOnline.it

Vai ai contenuti

Menu principale:

CC Amministrazione

Magazine

Il Comune va avanti e “Scegli Gaggiano” vota contro se stessa.
comunicato dell'Amministrazione Comunale

8 maggio 2015

L'amministrazione comunale sottolinea con soddisfazione le decisioni raggiunte nel Consiglio dello scorso 29 aprile. La netta riduzione della spesa corrente rappresenta un segnale di enorme importanza, vista la complessa congiuntura che tutti conoscono.
Anche in questo frangente, è emersa la difficoltà derivante dall'eccessiva anticipazione di cassa ereditata dal passato.

A questo proposito, appare francamente bizzarro il voto negativo dell'opposizione sul bilancio consuntivo. In particolare, sorprende il comportamento dei consiglieri Bianchi e Zangrossi, che facevano parte dell'amministrazione in carica fino al maggio 2014 e che quindi sono responsabili della prima metà del suddetto consuntivo!
Altrettanto strane sono apparse le motivazioni espresse da "Scegli Gaggiano" in merito alla presunta mancanza di visioni strategiche da parte della Giunta in carica.
In realtà, oltre a ridurre la spesa corrente, tutti i gaggianesi sanno che l'attuale amministrazione sta passando in rassegna tutti i servizi comunali, allo scopo di riorganizzarli per salvaguardarne la qualità, pur in presenza di entrate economiche molto inferiori al passato.
Scelte lungamente rimandate per mancanza di coraggio sono finalmente entrate nel dibattito politico, perché soltanto ora si mette mano a problemi come l'assetto dei trasporti pubblici e la manutenzione delle scuole, lasciati colpevolmente nel cassetto, peggiorando la situazione. Dopo il lavoro svolto sugli infissi della scuola primaria, un analogo intervento di efficientamento energetico verrà eseguito tra breve alla secondaria, per poi passare alla tanto attesa riqualificazione della Piazza del Comune. E' in vista anche l'inizio dei lavori sulla rotonda della Stazione, essendosi chiusa la relativa gara, e quindi verrà risolto un problema ormai annoso.
Continueremo su questa strada, anche valutando la possibilità di esternalizzare alcuni servizi e di deinvestire su settori o proprietà non più strategiche.
In merito alla Tari, si è tentato intenzionalmente di enfatizzare un adeguamento  di tariffa decisamente modesto  e che oltretutto non riguarderà tutti i cittadini. Nonostante il solito tentativo di spostare il dibattito su questioni meramente burocratiche, il dato politico è chiarissimo: con questa amministrazione, chi produce più rifiuti, paga di più.
E' un elemento di giustizia sociale che migliorerà ulteriormente in futuro, viste le politiche adottate per incentivare uno stile di vita più ecologico e in particolare per migliorare la raccolta differenziata. Inoltre, il miglior assetto dell'ufficio preposto consentirà di monitorare con maggiore precisione le superfici soggette a tassazione, spalmando il tributo in maniera sempre più equa tra i cittadini.

Torna ai contenuti | Torna al menu